olive olive taggiasche nere

Fasi di produzione olio oliva taggiasca

dalla raccolta al frantoio all' imbottigliamento

Home  >  Blog  > Fasi di produzione olio oliva taggiasca

Raccolta delle olive

pianta olivette taggiasche dopo fioritura

L'ulivo è una pianta tipicamente mediterranea che predilige i climi miti. La raccolta delle olive avviene in genere tra la metà di ottobre e la fine di dicembre a seconda della latitudine a cui si trova l'uliveto e dalla varietà di olivo. Gli stadi ed i processi di maturazione sono indicati dal cambiamento di colore che passa dal verde al verde violaceo per giungere al rosso porpora o al nero. La raccolta delle olive un tempo eseguita manualmente oggi può essere realizzate grazie all'utilizzo di pettini ad aria compressa dotati di denti che oscillano con rapidità e che consentono il distacco dei frutti senza lesionare i rami. Questa operazione viene eseguita da terra con una asta telescopica e gli alberi vengono potati in altezza per facilitare la raccolta in tutta la chioma. Le olive cadono sulle reti e vengono spostate in ceste forate. I fori delle ceste permettono una maggiore areazione dei frutti evitandone la fermentazione. La qualità dell'olio dipende infatti in larga parte dallo stato di conservazione delle olive dopo la raccolta e dai tempi di attesa prima della spremitura. Le olive sono quindi trasfertite al frantoio e devono essere frante entro le 24 ore successive.

Il frantoio

Una volta giunte al frantoio le olive vengono pulite da un macchinario defogliatore e deramificatore che le separa dalle foglie e dai rami rimaste attaccati ai frutti e caduti nelle reti. Le olive pulite passano nel vaglio, una sorta di setaccio che le suddivide per grandezza grazie ad aperture di dimensioni progressivamente decrescente. Le più grandi saranno vendute come olive da tavola mentre dalle più piccole si otterrà l'olio. Le olive selezionate per la frangitura vengono quindi messe nella lavatrice per il lavaggio con acqua pulita e subiscono un'asciugatura per semplice sgrondo dell'acqua di lavaggio. Una volta lavate le olive vengono trasferite nel frangitore meccanico che le frantuma assieme ai noccioli dando origine ad una pasta. Questa viene trasferita in una macchinario che le mescola in modo continuo e lento per circa 45 minuti ed in seguito viene centrifugata nel decanter. La centrifugazkione richiede l'aggiunta di acqua ad una temperatura di circa 25 gradi e consente di separare l'olio dall'acqua e dai residui di buccia polpa e noccioli grazie alla diversa densità e all'altissima velocità a cui sono sottoposti. Nell'ultima fase di lavorazione l'olio estratto dal decanter viene filtrato dalle imputità rimanenti e dai residui di acqua infine è trasferito in bidoncini di acciaio e trasportato nell'azienda dove viene stoccato in grandi cisterne di acciao in attesa di essere imbottigliato.

Imbottigliamento

La macchina imbottigliatrice riempie le bottiglie posizionate sul nastro, mette il tappo salvagoccia e infine la capsula di alluminio che viene termosaldata fungendo cosi da sigillo di garanzia. A questo punto le bottiglie sigillate passano all'etichettatrice automatica. In ultimo sono inscatolate e poste sui bancali per lo stoccaggio e la spedizione.

 

 

© Frantoio Bianco SNC p.iva 00300560083 by StudioCavadini